FNOVI CONVOCATA PER L’ESAME DEL REGOLAMENTO EUROPEO CHE CAMBIERÀ LE REGOLE DEI FARMACI VETERINARI

Il Regolamento UE 2019/6 relativo ai farmaci veterinari, che abroga la Direttiva 2001/82/CE, entrerà in vigore a partire dal 28 gennaio 2022
15/01/2020
.

Oggi a Roma, presso gli uffici del Ministero della Salute, si è svolta una riunione per la discussione del Regolamento UE 2019/6 relativo ai farmaci veterinari, che abroga la Direttiva 2001/82/CE e che entrerà in vigore in ambito comunitario a partire dal 28 gennaio 2022. Erano presenti tutti i portatori di interesse, Federazioni ed associazioni di categoria, la FNOVI è stata rappresentata da Gianni Re.

È intenzione del Ministero della Salute di ricevere dagli stakeholder ogni possibile spunto di approfondimento sui contenuti del Regolamento con particolare attenzione ai temi ed agli aspetti che potranno essere affidati ai futuri atti delegati nazionali e che comporteranno l’aggiornamento del Decreto legislativo n. 193/2006 per approdare ad un nuovo quadro normativo.

Per questo motivo il MdS ha richiesto a tutti i portatori di interesse convocati di fornire in tempi brevi un elenco di punti o una serie di documentazioni da cui trarre spunto per cominciare i lavori. Tali argomenti verranno poi suddivisi in “macro aree” su cui verranno organizzati  dei gruppi di lavoro che prepareranno la documentazione definitiva da portare in sede di preparazione e discussione della nuova normativa inerente il farmaco veterinario.

FNOVI in base alle aspettative della professione fornirà nei tempi dovuti un elenco di punti “problematici” su cui fare chiarezza per consentire al medico veterinario di agire il più agilmente possibile in ottica One Health, nel rispetto della situazione locale italiana, ma con respiro europeo. Punto fondamentale sarà mantenere quanto utilmente normato dal vecchio D. Lgs 193/2006 armonizzandolo con le disposizioni del Regolamento Europeo e tenendo in conto le indicazioni nazionali ed internazionali in tema di uso razionale del farmaco e di antimicrobicoresistenza.

FNOVI!
iscriviti alla newsletter di