Alla Camera dei Deputati è stata affrontata la problematica della morsicatura da cani

11/10/2016
.

Il Governo è stato sollecitato a diffondere i dati sul fenomeno delle morsicature da cani: l’iniziativa si deve all’On.le Silvia Benedetti (M5S) che ha così inteso richiamare l’attenzione sul fenomeno delle morsicature da cani che rappresentano un problema di sanità pubblica che il governo deve affrontare in collaborazione con le Regioni, per rendere pubblici, nonostante la loro attuale parzialità, i dati sul fenomeno che sono a disposizione dei servizi sanitari regionali, includendo le informazioni relative ai casi di lesione grave e di morte.

La parlamentare ha chiesto anche di far applicare in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale la legge quadro 281/1991, sulla prevenzione al randagismo e identificazione canina, e implementare, presso il ministero della Salute, la banca dati nazionale.
La Federazione sta seguendo con interesse la vicenda in quanto da sempre sostiene che la legge quadro 281/1991 sulla prevenzione al randagismo ha impegnato negli anni molte risorse senza riuscire a modificare il fenomeno al quale si legano problemi etici e di benessere animale, igienico sanitari, di incolumità pubblica da aggressioni e incidenti stradali, danni da predazione al bestiame e alle specie protette. Per la FNOVI per risolvere il problema occorre affrontarlo in modo costruttivo, pragmatico e coordinato investendo anche sull’aspetto culturale della detenzione responsabile degli animali , a tali fini come  professione diamo la più ampia disponibilità a collaborare in modo propositivo con le amministrazioni pubbliche.
In tutti i suoi interventi la Federazione ha auspicato un intervento su scala nazionale che analizzi gli aspetti economico-finanziari, le eventuali nuove fonti di finanziamento, i costi della mancata lotta al randagismo e la prevenzione dell’abbandono per una pianificazione a breve termine delle azioni prioritarie possibili.
La Deputata ha anche chiesto all'esecutivo di impegnarsi finanziariamente per i livelli essenziali di assistenza erogati dal servizio sanitario nazionale per quanto riguarda l'area di intervento D 10 (igiene urbana veterinaria; controllo delle popolazioni sinantrope; controllo episodi di morsi di cane).

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di