OIE - LINEE GUIDA PER LAVORARE CON I MAMMIFERI SELVATICI IN LIBERTA’ NELL'ERA DELLA PANDEMIA COVID-19

09/09/2020
.

Il virus SARS-CoV-2, causa del COVID-19, è stato individuato come agente patogeno per l'uomo nel 2019. Mentre si pensa che abbia un’origine zoonotica, il serbatoio originale della fauna selvatica e gli ospiti intermedi non sono ancora stati identificati. Le analisi filogenetiche suggeriscono che il virus progenitore sia legato ai beta-coronavirus precedentemente identificati nei pipistrelli. In questo momento, SARS-CoV-2 dovrebbe essere considerato un agente patogeno umano con le  persone che agiscono come serbatoio e sostengono la trasmissione. C'è la possibilità che la SARS-CoV-2 diventi endemica nella popolazione umana e quindi presenta il rischio di una potenziale zoonosi inversa per la fauna selvatica come nel caso di malattie infettive come tubercolosi e influenza. 

Fonte: 
OIE
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di