La Corte dei Conti Europea chiede di investire in maniera più efficiente sul benessere animale

27/11/2018
.

La Corte dei Conti Europea ha pubblicato i risultati di un audit condotto per valutare le azioni svolte dalla Commissioni Europea e dagli Stati Membri per migliorare il benessere animale. Lo studio ha analizzato l’implementazione delle norme esistenti e la promozione di buone pratiche di allevamento nella Unione Europea (UE), concentrando l’attenzione su cinque paesi (Germania, Francia, Italia, Polonia e Romania) che da soli costituiscono più della metà del mercato europeo delle carni.

Il report ha rilevato carenze nell’applicazione del quadro normativo esistente, e nel monitoraggio della Commissione Europea dell’implementazione a livello nazionale delle norme su trasporto, macellazione e allevamento dei suini. La Corte dei Conti raccomanda dunque alla Commissione Europea di stabilire e mettere in atto una strategia per migliorare implementazione e applicazione della norma a livello di UE, migliorando l’uso dei soldi pubblici dedicati al benessere animale, visti i risultati ad oggi insoddisfacenti.
Il report contiene poi altre specifiche raccomandazioni riguardanti il miglioramento della qualità dei controlli durante il trasporto e dell’uso del sistema TRACES, un maggiore controllo sulle deroghe allo stordimento pre-macellazione, e un incoraggiamento all’uso di indicatori di benessere basati sugli animali per migliorare la conformità alle norme nel settore suinicolo.
Il report è disponibile al link: https://www.eca.europa.eu/Lists/ECADocuments/SR18_31/SR_ANIMAL_WELFARE_EN.pdf

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di