Intervista al Tesoriere FNOVI, Dr. Antonio Limone

15/05/2018
.

"L’esigenza della medicina veterinaria è di non vedersi sottrarre ‘professione’ - ha dichiarato Antonio Limone, Tesoriere FNOVI - e la Federazione in questo, ha un ruolo ben preciso di difesa delle prerogative professionali soprattutto in un momento di grande crisi come l'attuale".
Ritiene infatti che, se alla crisi in atto nella professione, si dovesse aggiungere la competizione con altri profili professionali para-veterinari che in qualche misura possano mettere ulteriormente a repentaglio una situazione già abbastanza difficile, ne nascerebbe una situazione intollerabile e di difficile gestione per tutte le figure coinvolte.
Il confronto con il mondo universitario è in questa fase quanto mai importante per trovare un accordo affinché la professione medico veterinaria e le figure professionali emergenti trovino un punto di sintesi e di equilibrio positivo.

Nel corso dell’intervista rilasciata a latere dell’incontro dal titolo “Profili professionali e medicina veterinaria” tenutosi a Stresa lo scorso aprile, Antonio Limone riferisce dell’esigenza di portare all’attenzione del nuovo Ministro della Salute proposte comuni e condivise con il mondo accademico, riferendo della percepita esigenza di allargare la didattica universitaria così da rendere il medico veterinario sempre più figura centrale all’interno del sistema sociale che garantisce sicurezza e salute.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI