Influenza aviaria: il Ministero della Salute fornisce la situazione epidemiologica aggiornata

13/10/2017
.

Il Ministero della Salute continua ad occuparsi dell’epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicità, sottotipo H5N8, diramando informazioni circa la situazione epidemiologica aggiornata. Nella nota della DGSAF si fa il punto sui 46 focolai indentificati nella seconda metà dell’ano e localizzati nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte.
Gli allevamenti di tacchini da carne e galline ovaiole interessati dai focolari sono risultati tutti localizzati in prossimità di aree umide con elevate densità di volatili acquatici selvatici e le indagini epidemiologiche svolte non hanno individuato rilevanti connessioni tra aziende infette, indicando quindi una limitata, se non assente, trasmissione del virus tra allevamenti.

A causa del protrarsi dell’epidemia, al fine di contrastare l’ulteriore diffusione della malattia la Direzione ricorda che “sono state adottate misure sanitarie aggiuntive che includono: l’istituzione di una zona di ulteriore restrizione, comprendente le aree caratterizzate da elevate densità di allevamenti avicoli in prossimità dei focolari; abbattimenti preventivi nel caso di aziende in stretta prossimità dei focolai, o a seguito di contatti ad alto rischio; deroghe relative all’accasamento o macellazione degli animali, da esaminarsi previa valutazione del rischio”.
Contestualmente al rafforzamento della vigilanza sono state inoltre intraprese numerose iniziative volte ad aumentare e migliorare la consapevolezza delle filiere sul rischio dei diffusione della malattia.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI