Riconoscimento delle Società Scientifiche. Se ne parla in FNOMCeO.

Partecipa la Fnovi
06/10/2017
.

La Fnovi ha partecipato ieri alla riunione svolta presso la sede della FNOMCeO promossa dalla CAO Nazionale con le Società scientifiche di area odontoiatrica. Alla presenza della componente rappresentativa del mondo accademico e della Professione e con la partecipazione delle società scientifiche di area medica, è stato riconsiderato l’impatto e le criticità relative al DM 2 agosto 2017.
L’argomento è attuale attesa la volontà del Ministero della salute di affidare alla Società Scientifiche Mediche accreditate il compito di elaborare linee guida cliniche utili ad indirizzare un esercizio della professione di sempre maggiore qualità anche nell’ottica della responsabilità professionale. 

Nel settore odontoiatrico (come in medicina veterinaria) risulta alto il numero di Associazioni che si autodefiniscono “medico scientifiche” dove spesso la costituzione societaria e le attività svolte sono molto difformi. Nel corso della riunione è stato avallato con convinzione da tutti i partecipanti il ruolo della FNOMCeo quale Ente ausilario dello Stato, pubblico e non economico, di protagonista a salvaguardia dell’autonomia della professione in collaborazione con il Ministro della salute, nel pieno rispetto delle rispettive competenze. La Federazione è l’unico organo istituzionale autofinanziato e senza scopo di lucro, attraverso il quale viene garantita la tutela della professione tramite il codice deontologico. Tutela intesa anche come verifica dei percorsi formativi di ciascun iscritto, ma anche di una offerta formativa scientificamente provata, libera da condizionamenti di qualsiasi natura, avulsa da interessi politici ed economici.
La vicepresidente Fnovi Carla Bernasconi su invito del presidente CAO Giuseppe Renzo ha brevemente illustrato le problematiche relative alla professione medico veterinaria, condividendo le criticità relative all'applicabilità del DM.
Come noto Fnovi incontrerà le società scientifiche della medicina veterinaria il prossimo 11 ottobre. L’occasione è stata utile anche per condividere ed appoggiare la posizione assunta da FNOMCeo in merito al DDL Lorenzin, stravolto dai continui emendamenti.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI